Bullet Journal

Il primo è stato un diario di viaggio, in Thailandia.
Tornata ho pensato che sarebbe stato bello avere sempre quello sguardo attento, curioso e aperto anche nella vita di tutti i giorni e così ho incominciato a tenere quelli che chiamavo “diari di bordo”. Frequentavo l’Accademia ed erano pagine scritte e disegnate dove appuntavo pensieri e idee ed da allora averle sempre con me è diventata un’abitudine. Per anni oltre al taccuino avevo una classica agenda che mi facesse da calendario e dove segnare impegni, scadenze e appuntamenti. Sempre in borsa, tutti e due.
Nel 2017 ho scoperto il sistema Bullet Journal e tutto il mondo che ruota intorno ad esso, ed è stata una rivelazione, Ho adattato il sistema alle mie esigenze ed ho unito agenda e diario in un’unica soluzione che al tempo stesso rende entrambe le cose più utili. Come? Perché in un diario posso contenere passato, presente e futuro.
Qui condivido questo viaggio, le mie pagine: quello che ho imparato e che può essere utile a chi vuole conoscere questo metodo, chi vuole approfondire o chi è solo curioso.